Penne 3D: Cosa sono e come funzionano? Le ho provate per voi – Recensione

Penna 3D

7.5

Penna 3D - modello Aerb

7.5/10

Pro

  • Prezzo contenuto
  • Divertente da usare

Contro

  • A volte si inceppa
Tempo di lettura 2 minuti

 

Alla ricerca di un regalo particolare mi sono imbattuto nel fantastico mondo delle penne 3D, ho deciso quindi di provarne una per voi.

 

Cos’è e come funziona una penna 3D?

A mio modo di vedere sono una via di mezzo tra una pistola di colla a caldo ed una stampante 3D.
In pratica funziona in questo modo: si inserisce un filamento plastico sul retro della penna, la si porta a temperatura e si comincia a “disegnare”. Lo scrivo fra virgolette perchè in effetti si disegna in 3 dimensioni.

Il filamento colorato viene portato a temperatura di estrusione nella camera riscaldante della penna e quindi spinto verso la punta dell’estrusore da un meccanismo.

L’estrusione del filamento

I materiali solitamente utilizzati come filamento sono ABS e PLA.
L’ABS è quello con le migliori caratteristiche plastiche: migliore a livello di rigidità e leggerezza rispetto al PLA, ha lo svantaggio di rilasciare piccole emissioni dannose per la salute se riscaldato troppo. E’ consigliabile quindi non respirarne i fumi ed areare il locale dopo un utilizzo intenso.

Il PLA è un derivato del mais dalle caratteristiche plastiche meno pregiate che può essere estruso a temperature inferiori rispetto all’ABS e che non emette fumi dannosi per l’uomo.

Guarda anche:  Stampa in 3D - Cosa c'è da sapere - Puntata 2

Penne 3D in offerta su Amazon

Dopo averci preso la mano ho realizzato qualche piccolo oggetto. Vi sono online molti template di oggetti che possono essere scaricati. Il consiglio è di utilizzare una base di plastica o di vetro (no legno) per disegnare. Vanno bene anche i fogli per lucidi purché termo-resistenti (quelli che possono anche essere inseriti in una stampante laser perchè resistenti alle alte temperature).
Qui un esempio di cosa ho realizzato (non ridete, sono alle prime armi! 😅)

Oggetti realizzati da me

 

A cosa serve una penna 3D

In effetti è la domanda che mi sono posto inizialmente: che cosa ci posso fare?
Si possono realizzare oggetti o disegni in 2 dimensioni o lavorare anche in altezza e dare tridimensionalità alle nostre creazioni.
E’ possibile correggere un pezzo stampato male da una stampante 3D, è possibile creare oggetti di ogni tipo, regali per i nostri amici, piccoli giochi per i bambiniil limite è solo la vostra fantasia!

 

Conclusioni

Il mondo delle penne 3D è davvero vario, possono tornare utili a chi è appassionato di fai-da-te, ai creativi, a chi desidera realizzare piccoli oggetti o regali.
Personalmente credo che la penna 3D mi tornerà utile anche fra gli attrezzi, fra la pistola di colla a caldo ed i cacciavite.

 

 

Guarda anche:  Stampa in 3D - Tutorial Ultimaker Cura 4 - Slicer - Puntata 3

Post Correlati

Stampa in 3D – Cosa c’è da sapere R... Nella prima puntata dedicata alla stampa 3D abbiamo introdotto alcuni argomenti: la stampante (nel mio caso una Anet A8), i modelli di stampa - ed i r...
Stampa in 3D – Cosa c’è da sapere R... Questo è il primo di una serie di articoli dedicati alla stampa 3D. Racconterò la mia esperienza, le prove effettuate, le Mod alla stampante 3D e tant...
Stampa in 3D – Tutorial Ultimaker Cura 4 ... Nella prima puntata dedicata alla stampa 3D abbiamo introdotto alcuni argomenti: la stampante (nel mio caso una Anet A8), i modelli di stampa - ed i r...
Ferro da stiro verticale – Rowenta Access St...   E' tempo di partire in vacanza e come al solito dobbiamo stipare di tutto in valigia. L'effetto collaterale è che spesso i vestiti si sgualcis...

Nicola Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *