Obiettivo Sigma 18-250mm F/3.5-6.3 DC MACRO OS HSM AF – Recensione

Obiettivo Sigma 18-250mm F/3.5-6.3 DC MACRO OS HSM AF

7.4

Obiettivo Sigma 18-250mm

7.4/10
Tempo di lettura 2 minuti

Nonostante sia stato messo in commercio ormai 7 anni fa, il Sigma 18-250mm F/3.5-6.3 DC MACRO OS HSM AF è ancora oggi un valido obiettivo versatile per la nostra DSLR.

Il Sigma 18-250mm è diretto concorrente del Tamron 18-270mm f/3.5-6.3 di II VC PZD, con il quale condivide il prezzo e buona parte delle caratteristiche, peccando leggermente sull’estensione focale rispetto a quest’ultimo.

Specifiche tecniche

Lens construction16 elementi in 13 gruppi
Angolo di campo(DC)76.5°-6.5°
Lamelle fiaframma7 lamelle
Apertura minimaF22
Apertura massimaF3.5-6.3
Distanza di fuoco minima35cm
Attacco per filtri⌀62mm
Dimensioni
(diametro x lunghezza)
⌀73.5mm x 88.6mm
Peso470g

La compatibilità del Sigma 18-250mm è con i seguenti attacchi: Canon EF APS-C, Nikon F APS-C,  Sony A-mount APS-C, Pentax, Sigma SA.

La prova su strada

Qui sotto trovate alcuni scatti eseguiti a diverse lunghezze focali (18mm, 35mm, 80mm, 135mm, 250mm) ed il dettaglio di un fiore in Macro.

Cliccate sulle miniature per aprire le immagini (NOTA: purtroppo WordPress ridimensiona e ricomprime le immagini, quindi la qualità non è ovviamente quella originale)

Da segnalare la presenza di distorsione ai bordi dell’immagine man mano che andiamo a zoomare, qui in basso un esempio dove è possibile apprezzare la curvatura sulla ringhiera:

Distorsione all’aumentare della lunghezza focale

PRO

La compattezza del Simga 18-250mm è una delle sue caratteristiche di pregio, insieme alla grande versatilità: avremo un ottica che spazia dal grandangolo allo zoom spinto. Un obiettivo tuttofare da portare con noi in viaggio, quando cambiare continuamente l’ottica diventa scomodo.

Buona la stabilizzazione incorporata nell’obiettivo: gli scatti alla massima estensione focale risulteranno chiari e privi di micro-mosso.

La presenza del Macro è un valore aggiunto.

CONTRO

La versatilità si paga purtroppo con la bassa luminosità. Gli scatti saranno luminosi in condizioni di luce ottimale, ma un po’ penalizzati altrimenti. Una caratteristica comune a questi obiettivi molto spinti e compatti.

Altro “difetto” di quest’ottica economica è la sua qualità costruttiva:
– il corpo è tendenzialmente in plastica
– lo zoom non è scorrevole come ad esempio nel Nikon 55-200mm – che scorre piacevolmente liscio
– come già segnalato da altri, tende ad estendersi o ritrarsi da solo se si inquadra verso terra o verso il cielo
– il motore di messa a fuoco Hyper Sonic Motor (HSM) è leggermente rumoroso, sconsigliato quindi per girare video ma nessun problema per chi voglia solo scattare foto.

Conclusioni

In conclusione un obiettivo economico, compatto e versatile ma con qualche pecca sul fronte della qualità costruttiva. Lo consiglio a chi abbia necessità di portare un solo obiettivo in viaggio, sicuramente non ad un fotografo esigente nè ad un videomaker.

 
 
 
 
 
 
 

Nicola Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *