Rilevatore di campi elettromagnetici – EMF tester – I8500 – Recensione

Tester EMF I8500

7

Tester EMF I8500

7.0/10

Pro

  • Rilevazione campi elettrici
  • Rilevazione campi magnetici
  • Misurazione temperatura
  • Economico
  • Batteria interna ricaricabile

Contro

  • Misurazione 1 solo asse
  • Sensibile ai campi magnetici delle calamite
  • No Hold, Max e temperatura
Tempo di lettura 2 minuti

Già tempo fa avevo recensito un rilevatore di campi elettromagnetici, con il quale avevo misurato alcuni campi causati dalla tecnologia sempre più pervasiva: dagli elettrodomestici agli smartphone, dai PC ai dispositivi IoT, passando per connessioni Wi-Fi, bluetooth e reti cellulari.

ANche inqueato caso stiamo parlando di un misuratore EMF economico, il Tacktimes I8005.

Descrizione

Si tratta di un tester EMF capace di rilevare e misurare campi magnetici ed elettromagnetici. Il dispositivo è facilmente trasportabile, essendo grande circa quanto un accendigas (ne ricorda anche la forma!), con un display LCD sul quale vengono mostrate le misurazioni e 3 LED colorati.

Con il monitor EMF I8005 potremo effettuare letture sia in mG (milli Gauss) che in μT (micro Tesla); vi è la funzione di scansione in real-time.

Manca invece un termometro, presente invece sul Tester EMF AS1392 recensito precedentemente, così come le funzioni Hold e Max.

Qualora i valori rilevati dovessero essere superiori ai limiti di sicurezza, lo schermo del rilevatore EMF diventerà rosso e verrà emesso un suono bip-bip di avvertimento.

I LED a bordo ci indicheranno inoltre i livello di intensità del campo magnetico, con un warning (led giallo) al superamento dei 0,4μT.

A volte avremo dei falsi positivi dovuti alla presenza di forti campi magnetici, ad esempio se c’è una calamita nel dispositivo che stiamo testando (ad esempio, sul mio smartband Amazfit Cor ci sono i contatti magnetici che fanno scattare il tester).

Caratteristiche tecniche

– Unità: mG (campo elettrico); μT (campo magnetico)
– Intervalli di misura: Elettrico: 0 ~ 2000 V/M; Magnetico: 0 ~ 20μT
– Risoluzione: 1V/M, 0,1μT
– Soglia allarme: 40mG, 0,4μT (warning) / 400 V/M, 4μT (pericolo) 
– Intervallo di frequenza: 50Hz-3GHz
– Testa induttiva ad asse singolo
– Frequenza di campionamento: 0,5 secondi
– Alimentazione: batteria incorporata, ricaricabile via micro USB 5V

Conclusioni

Un dispositivo interessante che al prezzo di circa 40 € può tornare utile per capire il livello di inquinamento elettromagnetico (ed eventualmente la fonte dei campi elettromagnetici) dell’ambiente che ci circonda.

È chiaramente un prodotto economico, con rilevazione ad 1 asse, ben diverso da quelli professionali a 3 assi ma che costano 10 volte di più e sono rivolto a professionisti del settore.

 
 
 
 
 
 
 

Articoli correlati

Nicola Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *