Piante ed animali terribili – Libro per bambini – Recensione

Piante ed animali terribili

9.5

Piante ed animali terribili. Ed. a colori

9.5/10
Tempo di lettura 1 minuti

Ed eccoci di ritorno dalle vacanze estive, periodo in cui tutti i bambini hanno da leggere almeno un libro. Neanche mio figlio poteva esimersi dal farlo: oggi andiamo quindi a recensire il libro per bambini Piante ed animali terribiliStorie degli esseri più pericolosi, velenosi e disgustosi del mondo. (D. Ticli, A. Antinori, ed. Lapis)

Descrizione

Si tratta di un libro per bambini nella fascia d’età 8-11 anni. E’ organizzato in forma quasi enciclopedica: vengono presentati vari animali e piante che hanno proprietà “insolite” – chi è velenoso, chi ha chele grandi e pericolose, … – e a ciascuno di questi è associata una storia o una fiaba.

Questo alternarsi fra informazioni “scientifiche” e favole è, a mio avviso, una scelta azzeccata. I capitoli, se così vogliamo definirli, sono brevi: 4-5 pagine al massimo, ed illustrati con disegni molto colorati. Mio figlio l’ha divorato in 2 giorni!

Conclusioni

Il libro è molto scorrevole da leggere, dà informazioni su animali e piante “inusuali” attraendo la curiosità del bambino e, perchè no, anche di mamma e papa! 🙂

Consigliato!

 
 
 
 

Post Correlati

L’estate di Nico – Luigi Ballerini ...   Ho acquistato questo libro su consiglio delle maestre di mio figlio, fra le cose da leggere durante le vacanze estive. L'avevo in realtà le...
Ben 10 Super Libro – Recensione   Ho acquistato Ben 10 Super Libro come regalo per mio figlio per occupare parte del tempo a disposizione nei mesi delle vacanze estive. &n...
Il libro che tutti dovrebbero leggere! – La ...   "uno studio pubblicato dall'ospedale di Stanford ha mostrato che l'IA di Google analizza una lesione cutanea, e in particolare il cancro del...
Macerie Prime e Macerie Prime sei mesi dopo –...   "In pratica sono diventato bravissimo a sbagliare da solo. Lo posso insegnà ai master. Però ogni tanto mi serve ancora chiedere agli altri...

Nicola Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *