iAlarm Guard AntifurtoCasa365 – 2 anni dopo – La mia opinione.

Tempo di lettura 4 minuti

Due anni fa acquistavo e recensivo l’antifurto casa iAlarm Guard. Nel frattempo ho potuto testarne approfonditamente le caratteristiche, ho contattato varie volte l’assistenza tecnica ed aggiunto sensori alla configurazione originale.

Come sarà andata? Scopriamolo insieme in questa breve recensione “2 anni dopo”!

L’antifurto iAlarm – Affidabilità

Attivandolo quotidianamente ho potuto provare sul lungo periodo la sua affidabilità. In due anni ho ricevuto pochissimi falsi allarmi, 3 o 4 in tutto.

Merito sicuramente dei sensori molto precisi ma anche ovviamente delle accortezze durante l’installazione. Ho evitato infatti di posizionare i sensori in punti che potessero generare involontariamente dei falsi allarmi. In effetti l’unico sensore che mi ha fatto scattare l’allarme con dei falsi positivi è stato il sensore volumetrico Dirvek posizionato su uno dei balconi. Il movimento improvviso di panni stesi e piante dovuto a raffiche di vento a volte lo confonde, ma è tutto sommato un caso isolato in condizioni “estreme”.

Segnalo che un sensore porta/finestra, pur funzionante, ha sempre avuto problemi di comunicazione con la centrale, generando talvolta errori di “sensore perso” o “batteria scarica” anche quando la batteria aveva solo 2 mesi di vita (nota: negli altri sensori dello stesso modello la batteria dura anche 1 anno). Ma di questo sensore ne parleremo più avanti.

Il software e l’App Guard

Molto completo il portale web della centrale (con le impostazioni di fabbrica ci si può connettere tramite browser all’indirizzo http://192.168.1.81) dal quale è possibile impostare praticamente ogni parametro, volendo è possibile anche scendere in dettagli molto “tecnici”.

L’applicazione per Android ed iOS funziona molto bene ma sul mio Xiaomi Mi A2 lite (Android One 9) per qualche motivo non viene avviata in automatico, facendomi perdere le notifiche, mentre su smartphone Huawei (Android 7) non ho problemi. Se qualcuno di voi ha Android 9 mi faccia sapere se è solo un problema del mio telefono.

In ogni caso l’applicazione funziona senza problemi, consentendo di effettuare varie impostazioni e di attivare/disattivare l’allarme. A parte il problema segnalato, non ho trovato altri difetti.

Nessun problema da segnalare invece sull’invio di SMS e telefonate in caso di allarme. Ha sempre funzionato tutto perfettamente.

La durata delle batterie

Variabile la durata delle batterie. Nei sensori porta/finestra varia dai 6-8 mesi per quelli più lontani dalla centrale fino ad oltre 1 anno per quelli più vicini o le cui finestre vengono aperte meno frequentemente.

Il sensore a tenda da esterno – aggiunto successivamente per migliorare la configurazione del mio allarme – per il momento funziona da oltre 1 anno con la batteria originale. Aggiornerò questo articolo con la durata precisa quando si scaricherà.

Il sensore più “sprecone” è il Dirvek da esterno, con una durata media di 8 mesi per una batteria da 9V (se ne trovano di economiche alkaline a 2 euro). D’altro canto è sempre attivo con un doppio PIR.

Assistenza

Ho avuto modo di contattare l’assistenza qualche volta per dubbi sulla configurazione o piccoli problemi. Devo dire che mi hanno sempre indirizzato bene verso la soluzione. Sicuramente fa tanto l’aver dato informazioni precise ai tecnici di Antifurto Casa 365.

Il consiglio vale in generale per tutti i casi, dall’allarme al vostro PC, fino al televisore: quando siete al telefono con una persona dell’assistenza tecnica cercate di essere sempre precisi e completi nel dare informazioni. Dire semplicemente “non mi funziona il PC/Televisore/Allarme ecc.” non aiuta nella ricerca del problema 😉

Piccola “menzione d’onore”: precedentemente vi parlavo del sensore porta/finestra difettoso. Ho contattato l’assistenza tecnica di Antifurto Casa 365 spiegando la situazione. Pur essendo uscito fuori di garanzia da 3 mesi, i loro tecnici mi hanno spedito gratuitamente un sensore sostitutivo.

dav

Non saprei dirvi se mi è stato riservato un trattamento “speciale” perché sono un recensore (per la serie “non facciamolo incazzare” 😅) o se in generale cerchino di venire incontro alla clientela. Fatemi sapere nei commenti la vostra esperienza.

Conclusioni

Sicuramente un antifurto che richiede un po’ di fai-da-te nell’installazione e nella configurazione (centrale e sensori arrivano già appaiati e configurati, ma è utile a volte modificare le impostazioni di default), certamente non competenze da ingegnere. 😉

Buona l’affidabilità così come l’assistenza tecnica. Ci sono stati piccoli problemi ma, obiettivamente, nulla è perfetto (anzi, ho vicini che si lamentano dei loro sistemi di allarme pagati il doppio). Tutto sommato devo ammettere che, per il prezzo pagato, mi ha soddisfatto. L’antifurto iAlarm Guard lo ricomprerei sicuramente.

Post Correlati

Security Camera Littlelf – IP Camera HD 1080... New entry nella serie di IP Camera di sicurezza recensite su questo blog, oggi vado a parlarvi della security camera Wi-Fi Littlelf molto simile ...
Portafogli Visconti Alps – Clone economico P... Nuovo portafogli schermato RFID con protezione anti ladro: oggi vado a recensire il Visconti "Alps" AP-52 Descrizione Esteticamente è molto...
Telecamera nascosta – Microspia IP camera &#... ⚠️ L'applicazione P2PLiveCam ha dei problemi di funzionamento quando si cerca di accedere alla telecamera da remoto. Di fatto ora è utilizzab...
Telecamera nascosta Lampadina – Microspia IP... Oggi andiamo a recensire una nuova telecamera nascosta, questa volta mascherata da lampadina. Descrizione Ho ricevuto da testare questa tel...

Nicola Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *