Misuratori di pressione sanguigna – sfigmomanometri – Quale scegliere

Tempo di lettura 3 minuti

Da alcuni anni si vanno sempre più diffondendo i misuratori di pressione sanguigna da utilizzare in casa. Il vantaggio è innegabile: avere con sè uno sfigmomanometro è fondamentale per tenere d’occhio la pressione sanguigna in qualsiasi momento, soprattutto per chi soffre di patologie come l’ipertensione o, come me, di pressione bassa.

Quali tipologie esistono?

Sfigmomanometro aneroide

Abbiamo sostanzialmente tre varianti di sfigmomanometri:

Manuale: Il classico misuratore di pressione a pompetta, detto sfigmomanometro aneroide, con un manometro a lancetta da usare con lo stetoscopio. Non necessita di batterie ed è più complicato da utilizzare. In compenso è decisamente preciso.

Misuratore di pressione da polso

Da polso: E’ un misuratore di pressione elettronico a batteria. Il vantaggio principale è la compattezza: può essere portato sempre con sè, anche in una borsa. Lo svantaggio è la scarsa precisione: fra una misurazione e l’altra possono esserci discrepanze rilevanti. Utile per chi necessita di qualcosa da tenere sempre a portata di mano.

Misuratore di pressione da braccio

Da braccio: Molto simile nel funzionamento al misuratore da polso, il misuratore di pressione da braccio è generalmente di dimensioni maggiori ma consente di misurare la pressione con maggiore accuratezza. Inoltre questo genere di dispositivi può avere ulteriori funzioni a corredo.

Caratteristiche utili

Oltre a misurare la pressione diastolica (o minima) e sistolica (o massima) quasi tutti i misuratori di pressione integrano anche un sensore del battito cardiaco e di eventuale aritmia.

Inoltre alcuni modelli avanzati consentono di rilevare il tracciato ECG (Elettrocardiogramma) che, però, è qualcosa che solo un medico specializzato può leggere. Fra questi segnalo il Beurer BM95.

Il test del GIMA KD-558

GIMA è azienda con sede in Italia dalla quale avevo già acquistato altri prodotti dei quali ero rimasto soddisfatto.

Ho testato il misuratore di pressione GIMA KD-558 un modello standard venduto ad un prezzo di circa 30 €.

Esteticamente molto semplice, il misuratore testato è preciso nella misurazione e nel confronto con un dispositivo OMRON ed uno sfigmomanometro manuale i valori sono quasi identici.

Facile da usare, l’utilizzo non è molto diverso da tutti gli altri modelli in commercio. Il prodotto funziona con batterie AA stilo (incluse nella confezione).

 
 
 

Conclusioni

Scegliere il misuratore di pressione sanguigna più adatto alle nostre esigenze non è una cosa semplice; molto dipende da come lo dovremo usare e dalle necessità specifiche. Il consiglio è sempre quello di fare riferimento al nostro medico di fiducia. In generale è bene rivolgersi verso marchi riconosciuti e certificati come OMRON, Beurer, Laica e GIMA.

Nicola Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *