Navigazione anonima: VPN vs Tor vs Proxy – Quale scegliere

Tempo di lettura 8 minuti

Sono tanti i motivi per cui potremmo volere anonimizzare la navigazione su internet. Alcuni leciti, altri meno. Vi sono vari metodi per assicurarci di navigare nell’anonimato; oggi vado a parlarvi delle differenze fra Proxy, VPN e Tor.

È sempre opportuno testare se la VPN o il proxy stanno rallentando la velocità della vostra connessione. Fra le opzioni c’è il sito gratuito Speedcheck.org che ho utilizzato durante la scrittura di quest’articolo.

Proxy Server HTTP

Schema funzionamento Proxy

Un Proxy HTTP è generalmente un server che si frappone fra il nostro browser ed il sito che vogliamo raggiungere. La sua funzione è molto semplice: il browser invia la richiesta al proxy, il quale la invierà al sito web. Il percorso inverso ci porterà la risposta del sito. Il proxy quindi si comporta da puro intermediario.

Il browser Opera include un servizio gratuito di anonimizzazione chiamato Opera VPN, il quale è in realtà un proxy e non una vera VPN. In ogni caso è un buon punto di partenza, ma la velocità solitamente non è il massimo (stiamo comunque parlando di un servizio gratuito!).

Vantaggi: Il Proxy è un sistema molto semplice da implementare ed ha il vantaggio di essere abbastanza veloce rispetto alle VPN gratuite ed alla Rete Tor.

Svantaggi: La navigazione è limitata solitamente al protocollo HTTP; molto spesso non è presente la cifratura SSL/TLS; alcuni proxy gratuiti analizzano o modificano il vostro traffico per rivendere i dati a terzi.

Tor Network

Tor (acronimo di The Onion Router) è una rete di anonimizzazione forte. Come il suo nome suggerisce (Onion = Cipolla), questa rete funziona a strati.

Partendo dal presupposto che non dovremmo avere fiducia di nessun nodo, la rete Tor incapsula i pacchetti in una serie di cifrature concentriche già prima che lascino il nostro PC, li trasferisce ad un Guard Node e poi da lì vengono man mano decifrati da ogni nodo che i nostri dati attraverseranno.

Si viene quindi a creare un “circuito” di nodi attraverso i quali i nostri dati passeranno in forma crittografata e totalmente anonima.

Gli sviluppatori di Tor mettono inoltre a disposizione un browser basato su Mozilla Firefox di nome Tor Browser, con il quale è possibile iniziare a navigare con pochi click.

Tor è una rete pensata per la privacy più che per la velocità. Non è quindi ottimizzata per lo streaming video in tempo reale né per fare video chiamate.

Vantaggi: Tor è una rete molto sicura, che rende l’anonimato pressoché garantito anche nei confronti di governi con grandi risorse a disposizione. E’ infatti molto utilizzato da giornalisti e dissidenti che si trovano ad operare sotto regimi totalitari.

Svantaggi: Lo svantaggio principale è la velocità. Il passaggio dei dati da un nodo all’altro penalizza anche la latenza che, per quanto bassa, non potrà mai essere inferiore alla somma delle latenze di tutti i nodi del circuito. Va inoltre menzionato che Tor è molto usato dalle organizzazioni criminali per commettere ogni sorta di illegalità: dallo spaccio di droga alla pedopornografia. C’è quindi il rischio di imbattersi in questi contenuti.

VPN

Una VPN (Virtual Private Network) è una rete virtuale con cui, una volta stabilita la connessione, si viene a creare un vero e proprio tunnel criptato all’interno del quale passa tutto il traffico internet: da semplici pagine su protocollo HTTP a musica, video, file sharing P2P, ecc.

Lavorando a livello del Sistema Operativo, una VPN maschera completamente il traffico del vostro PC, reindirizzandolo presso i server del gestore della VPN stessa.

Uno dei problemi delle VPN è che dobbiamo fidarci di chi le gestisce. Alcune VPN gratuite o a bassissimo prezzo sono state colte sul fatto mentre rivendevano i dati dei propri utenti.

Inoltre, poichè molti gestori di VPN devono sottostare alle leggi degli Stati in cui vengono ospitati, c’è il rischio che la nostra navigazione venga compromessa da eventuali indagini in corso.

Per questo motivo è bene scegliere VPN che garantiscono l’anonimato. Inoltre, servizi come Proton VPN mettono a disposizione dei loro utenti una serie di server dislocati in Paesi la cui legislazione è più garantista della privacy. Questo servizio è commercializzato da Proton VPN come “Secure Core” o da Nord VPN come “Double VPN“.

Generalmente una VPN è usata per navigare in anonimato o raggiungere contenuti bloccati dal Paese in cui ci troviamo. Un esempio è quello di poter guardare video in streaming su Netflix non ancora disponibili per l’Italia.

Vantaggi: Una VPN garantisce un buon livello di sicurezza e di anonimato. Quasi tutte le VPN inoltre offrono servizi per bloccare contenuti malevoli e pubblicità non volute. Dal punto di vista della velocità, una buona VPN riesce a non far rimpiangere le normali connessioni, anche per fruire di contenuti in streaming non accessibili – ad esempio – dall’Italia.

Svantaggi: Dobbiamo fidarci del gestore della VPN il quale, potenzialmente, potrebbe rivendere i nostri dati a terzi o compromettere il traffico per venire incontro a richieste dell’autorità giudiziaria del Paese ospite.

Quale VPN scegliere

Personalmente ho provato alcune VPN delle quali voglio parlarvi.

Proton VPN Logo

Proton VPN gestita dalle stesse persone dietro Proton Mail, che hanno dimostrato di tenere così tanto alla privacy dei propri clienti da chiudere il servizio per un certo periodo di tempo per evitare di consegnare i dati al governo USA.

Offre il servizio “Secure Core” di cui parlavo poco fa ed anche il routing all’interno della rete Tor (la cosa, però, non ha grande rilevanza a mio avviso, dato che Tor è già di per sè una rete gratuita ed anonima).

Proton VPN è l’unica inoltre ad offrire un piano totalmente gratuito, pur molto limitato nelle funzionalità, finanziato con gli abbonamenti dei clienti paganti.

Sono disponibili applicazioni per Windows, Linux, Mac OSX, Android, iOS e per i router DD-WRT.

Nord VPN Logo

Nord VPN è forse la più famosa e pubblicizzata VPN al mondo. Fra tutte le VPN in commercio, Nord VPN è quella che ottiene i migliori voti da parte di tutte le organizzazioni indipendenti che l’hanno provata. Il costo è abbastanza alto (la qualità si paga!) ma molto spesso vi sono sconti e promozioni per la sottoscrizione di pacchetti annuali.

Anche Nord VPN offre il routing attraverso la rete Tor, ma come dicevo anche nel caso di Proton VPN, non lo reputo un servizio poi così rilevante. Inoltre, come per Proton VPN, troviamo il servizio “Double VPN” di cui parlavo in precedenza.

Fra le due provate, Nord VPN è l’unica con la quale sono riuscito a connettermi a Netflix USA, il che consente di guardare programmi non ancora disponibili in Italia.

Nord VPN è compatibile con Windows, Linux, Mac OSX, Android, iOS e router DD-WRT.

Ivacy VPN Logo

Ho effettuato un test approfondito di Ivacy VPN, la quale si è dimostrata essere un ottimo compromesso fra funzionalità offerte e prezzo concorrenziale (a partire da 1.66 $/mese!). Se siete interessati potete leggere la mia recensione di Ivacy VPN.

Tabella riassuntiva

Proxy Tor VPN
Livello di anonimato ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
Velocità⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
Latenza⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
Compatibilità⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
PrezzoMolti sono gratutigratuitoda 2 a 10 €/mese
A chi è rivoltoAnonimato occasionaleGiornalisti e dissidenti in regimi totalitari– Viaggio in Paesi in cui la navigazione è filtrata.
– Accesso a servizi in streaming come Netflix
– File sharing P2P
– Protezione costante dell’anonimato in rete.

Nicola Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *