Dash Camera – Telecamere per auto – A cosa servono? Guida all’acquisto – La mia opinione

Tempo di lettura 6 minuti

Era da un po’ che volevo scrivere un articolo sulle dash camera (o dash cam), le telecamere per auto che registrano tutto ciò che avviene mentre guidiamo.

Probabilmente vi siete già imbattuti nei miei articoli dedicati alle telecamere per auto economiche o alla Viofo A119.

Oggi però voglio parlarvi in generale delle dash camera, per rispondere ad alcune domande che mi sono fatto prima di installarle sulla mia macchina.

Cos’è una dash camera? A cosa serve?

Vi sarà capitato probabilmente di vedere in TV o su internet quei filmati girati a bordo delle auto: incidenti spettacolari, riprese di eventi naturali, truffe… il tutto visto dall’interno dell’abitacolo.

Questi filmati vengono girati da una telecamera a bordo dell’auto, installata solitamente sul parabrezza della vettura. Servono principalmente come prova in caso di incidente, magari per difendersi da un tentativo di truffa o per contestare una sanzione che riteniamo di non dover pagare.

Vi faccio alcuni esempi di cosa mi sono servite le dash camera a bordo della mia auto:

  • Una prova in caso d’incidente – Il primo episodio, quello che mi ha convinto ad installare una telecamera a bordo delle mie auto è successo alcuni anni fa mia moglie: è stata sorpassata da una macchina ad alta velocità, che le ha tagliato la strada mandandola a sbattere contro il guardrail. Il colpevole è scappato senza neanche accertarsi se lei e il bambino seduto dietro stessero bene. Fortunatamente nulla di grave, a parte i danni alla macchina, ma se avessi avuto un filmato con la dinamica dell’incidente e la targa del colpevole, avrei potuto chiedergli i danni e probabilmente denunciarlo per omissione di soccorso.
  • Difendersi dai tentativi di truffa – Questo è successo nel parcheggio di un centro commerciale: mentre uscivamo dal posto auto, una macchina si butta davanti alla nostra e ci chiede i danni per l’ammaccatura. Si trattava ovviamente di truffatori, i quali spesso usano tecniche simili: dalla truffa dello specchietto (in cui fanno finta di avere lo specchietto rotto a causa vostra) al saltare sul vostro cofano per chiedervi soldi per non denunciare di essere stati investiti da voi. Con un video di questo tipo potete mettervi al riparo da queste truffe ed eventualmente denunciare i delinquenti alla polizia.
  • Ricorrere contro una sanzione / multa – Un paio d’anni fa mi è stata contestata una sanzione per essere passato con il semaforo rosso. Una cosa per me impensabile, visto che in tanti anni di patente non ho mai preso una multa, neanche per divieto di sosta!
    Il filmato della telecamera a bordo auto è stato provvidenziale: ho potuto utilizzarlo come prova che non ero passato con il rosso ma che era verde quando ho iniziato l’attraversamento.

Queste sono solo 3 casistiche in cui avere una dash camera a bordo dell’auto è fondamentale. Vi sono altri esempi in cui però può rivelarsi utile come ad esempio

  • Difendersi in caso di investimento di persone – Poter avere l’esatta dinamica di un incidente è fondamentale nel caso in cui dobbiamo difenderci in tribunale da accuse di aver investito un pedone o un ciclista. Potrebbe fare la differenza fra un’assoluzione e finire in carcere.
  • Controllare l’uso della nostra auto – Chi viaggia molto sa di cosa sto parlando. Lasciamo la macchina in un parcheggio a pagamento vicino all’aeroporto e al nostro ritorno troviamo vari km percorsi quando la macchina sarebbe dovuta restare ferma nel parcheggio. Con una telecamera a bordo potremo vedere l’uso che è stato fatto della nostra auto mentre era in custodia di altre persone.

Può filmare anche dietro? Può filmare nell’abitacolo?

In commercio esistono telecamere per auto che consentono di filmare anche dietro l’auto ed all’interno dell’abitacolo.

Per esperienza personale la sola ripresa frontale è sufficiente nel 90% dei casi. Sicuramente può tornare utile una ripresa posteriore in caso di incidenti legati a tamponamenti o mentre state effettuando una retromarcia. In questo caso vi sono online molte telecamere frontali e posteriori. Abbiamo solo di che sbizzarrirci!

Quanto costa una telecamera per auto?

Ormai i prezzi delle telecamere per auto sono scesi molto. Se fino a qualche anno fa si parlava delle centinaia di euro, oggi possiamo comprare ottime dash camera a 50-60 €, ma si trovano modelli economici già a 35 € così come prodotti più professionali a 90-100 €.

A meno che non abbiate esigenze particolari (ad esempio viaggiate spesso di notte o in zone con scarsa luminosità dovuta a nebbia e cattive condizioni meteo) l’utilizza di una dash camera di fascia media è quello che consiglio maggiormente. Ad esempio una telecamera Aukey da 60 € su Amazon va più che bene.

Di base tutte le dash camera hanno alcune funzioni come il sensore d’urto (o sensore di forza G) che rileva un possibile incidente e blocca la sovrascrittura del filmato corrente, utile anche per far partire la registrazione se qualcuno urta la nostra auto in parcheggio, così come in tutte le telecamere troviamo la gestione automatica della memoria (i video più vecchi vengono cancellati in automatico per fare spazio ai nuovi).

Alcune dash camera hanno anche funzioni più o meno avanzate come l’assistente di corsia, la visione notturna ad infrarossi, il tracking GPS, il rilevamento della velocità, la connessione Wi-Fi allo smartphone, ecc.

Come montare una telecamera in auto?

In realtà montare una dash camera in auto è molto semplice: si posiziona la telecamera sul parabrezza dell’auto (di solito in alto, di fianco allo specchietto retrovisore), si inserisce la scheda micro SD e si collega il cavo di alimentazione all’accendisigari o ad una presa USB, sempre più comune nelle auto recenti. Un lavoro da 5 minuti!

Come far passare il filo di alimentazione.

Se come me non volete avere fili penzolanti, il consiglio è quello di far passare il cavo di alimentazione (che di solito è lungo 3-4 metri) all’interno delle plastiche del tettuccio e dei montanti della vostra auto. Qualche minuto investito in più, ma sicuramente il risultato finale sarà migliore.

Infine, se volete nascondere del tutto i cavi, potete aggiungere una porta USB nella scatola dei fusibili, collegando un dispositivo come DROK 3A/15W Convertitore di Alimentazione DC 8-22V 12V a 5V al fusibile dell’accendisigari. E’ un’operazione abbastanza semplice che potrete fare da voi o lasciare alle mani di un elettrauto\meccanico di fiducia.

Guida all'installazione di una dash camera - Come montare una telecamera per auto - scatola fusibili
Guida montaggio telecamera a bordo auto

Conclusioni

Con questo articolo sulle telecamere per auto spero di aver risposto ad alcuni vostri dubbi. Se avete domande scrivete qui nei commenti, cercherò di aiutarvi volentieri!

Nicola Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *