Luci per bicicletta, quali scegliere? Dinamo, ricaricabili, LED

Tempo di lettura 2 minuti

Diciamocelo, le luci per bicicletta sono un tema spinoso: da anni vedo gente girare di sera senza luci, col rischio di essere investita da un’auto. Oggi cerco di aiutarvi nella scelta di luci per bicicletta dopo che ne ho provate un certo numero.

Luci per bicicletta: dinamo e dinamo sul mozzo?

Per anni ho cercato una soluzione alle scomode dinamo per bicicletta. Devo dire che una bicicletta che ho acquistato tempo fa al Decathlon ha un dispositivo molto intelligente: la dinamo sul mozzo.

La dinamo sul mozzo è una dinamo, come dice appunto il nome, che non si installa lateralmente sulla ruota ma direttamente sul mozzo della ruota anteriore. Una volta attivata è quasi impercettibile, non si sente l’attrito che invece affligge le dinamo classiche e quindi si fa molta meno fatica a pedalare.

I contro? Costa molto!

Luci per bicicletta a batteria o ricaricabili?

L’alternativa fino a poco tempo fa era l’uso di luci LED a batteria, possibilmente che utilizzassero batterie AAA (mini stilo). Costi di gestione abbastanza bassi – soprattutto se si usano batterie ricaricabili ad alte prestazioni – ma comunque non nulli.

Da evitare assolutamente luci con batterie a bottone come le CR2016… costano più le batterie che le luci stesse!

Ed ecco che, con il diffondersi della tecnologia al litio, molti produttori hanno messo in commercio luci per bicicletta ricaricabili via USB

Il vantaggio è indubbio: sarà sufficiente ricaricare la lampadina con un comune cavetto USB, senza dover comprare nuove batterie. Inoltre alcune luci consentono di essere alimentate mentre sono in fase di carica… ciò significa che possiamo utilizzare un power bank per alimentarle in emergenza.

Nicola Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *