Truffe su Amazon. Che cosa sta succedendo? Come difendersi.

Tempo di lettura 4 minuti
credits: pixabay.com

Da qualche tempo sto notando sempre più frequentemente un pullulare di truffe su Amazon ad opera di negozianti presenti sul marketplace. Come possiamo difenderci dalle frodi?

Come funziona Amazon marketplace

Tutti noi conosciamo Amazon, ma non tutti sanno come funziona realmente.

Amazon infatti non è solo un negozio online, ma anche una piattaforma di e-commerce alla quale possono partecipare negozianti di ogni genere, anche noi possiamo aprire il nostro negozio su Amazon marketplace!

Per noi clienti si pongono 3 alternative di acquisto dei prodotti:

  • Venduto e spedito da Amazon: il prodotto è venduto direttamente da Amazon e la spedizione è gestita dal suo servizio logistico. Acquistando questi prodotti possiamo fidarci al 100%, perché Amazon non acquista falsi nè tanto meno cerca di truffare i propri clienti.
  • Venduto da terzi e spedito da Amazon: in questo caso il venditore è un negozio esterno ad Amazon che usa il servizio logistico di Amazon. Banalmente, invia i prodotti ai magazzini di Amazon e lascia che sia quest’ultima a gestire la logistica. Su questi prodotti Amazon non ha alcun controllo sulla qualità e sull’origine dei prodotti, ma ne gestisce solo l’immagazzinamento e la spedizione, cosa molto utile soprattutto ai clienti Prime. Saremo almeno sicuri che il prodotto ci arriverà a casa in tempi brevi.
  • Venduto e spedito da terzi: quest’ultimo caso è quello di negozianti che usano Amazon solo come vetrina. I prodotti saranno venduti tramite Amazon, ma approvvigionamento, logistica e spedizione saranno gestiti dal negoziante stesso. Non ci sono certezze né sull’origine dei prodotti né sui tempi di spedizione.

Garanzia dalla A alla Z

Amazon offre la Garanzia dalla A alla Z per tutti i prodotti venduti sulla sua piattaforma. Significa che l’acquirente è sempre protetto da eventuali truffe e da problemi come ritardi nella spedizione, oggetti non conformi ecc.

E’ una garanzia aggiuntiva rispetto alla classica Garanzia legale.

Come avvengono le truffe su Amazon

Ma quindi com’è possibile essere truffati da venditori su Amazon?

Generalmente il truffatore apre un negozio ad-hoc o attacca un negozio esistente con buona reputazione. A questo punto carica centinaia di prodotti a prezzo stracciato, come questo notebook da gaming Omen, il cui prezzo (Ottobre 2020) è di circa 1700 € ma viene venduto a 410 € dal truffatore.

Esempio di truffa su Amazon

Nel caso in esempio un negozio con buona reputazione è stato attaccato da un hacker, il quale lo usa come veicolo per la propria truffa.

Nel 100% dei casi, il prodotto è venduto è spedito da terzi. La truffa non sarebbe possibile, infatti, se si usasse la logistica Amazon.

A questo punto voi acquistate il prodotto ma il falso venditore vi contatta, inviandovi un messaggio del genere:

Gentile cliente,
a causa di un disguido nel sistema di ricezione del pagamento il vostro ordine non può essere processato.
Le proponiamo un rimborso di quanto pagato, annullando l'ordine.

Effettui il pagamento con carta a questo indirizzo http://sitodeltruffatore.com indicando il numero d'ordine Amazon o invii un bonifico alle seguenti coordinate bancarie per ripetere l'ordine al prezzo d'offerta.
...

A questo punto la truffa è servita. Voi pagate su un sistema esterno ad Amazon dove non siete protetti come acquirenti.

Come proteggersi dalle truffe on-line

Parliamo di truffe Amazon, ma lo stesso vale su tutte le altre piattaforme. I consigli sono semplici:

  • Preferite pagamenti con metodi sicuri che garantiscano l’acquirente come PayPal, Amazon Pay, Google Pay, ecc.
  • Non usate la vostra carta di credito fuori dai circuiti sicuri. Se proprio dovete farlo, affidatevi a piattaforme sicure e riconosciute. Non lasciate i vostri dati a siti sconosciuti.
  • Se il negoziante vi chiede di mandare un e-mail o di contattarlo via Whatsapp prima di effettuare l’ordine, si tratta di una truffa al 99%.
  • Su Amazon pagate sempre attraverso il marketplace. Su Ebay preferite PayPal. Se vi chiedono di pagare in altri modi, al 99% è una truffa.
  • Bonifici e ricariche PostePay non sono metodi di pagamento sicuro!
  • Se l’offerta è troppo bella per essere vera… probabilmente è perché non è vera!

Conclusioni

Su Internet dobbiamo metterci al sicuro così come nella vita reale. Daremmo mai i nostri soldi a sconosciuti incontrati per strada solo perché ci offrono prodotti a prezzo stracciato?

Preferiamo solo piattaforme conosciute e pagamenti sicuri, perché là fuori è un pullulare di gente che cerca di derubarci: occhi aperti, perché non dobbiamo essere noi il prossimo pollo da spennare.

Nicola Autore

Commenti

    Daniela Rossone

    (30 Novembre 2020 - 21:25)

    ciao, grazie per il tuo articolo. Quali sono, in concreto, le azioni possibili una volta che si è inviato un bonifico e si riscontra essere stati vittima di un raggiro?
    grazie in anticipo!

      Nicola

      (1 Dicembre 2020 - 9:11)

      Purtroppo nessuna, a parte una denuncia. Solitamente si tratta di organizzazioni criminali che operano dall’estero, restando di fatto impunite.

    Massimiliano Maresca Senesi

    (25 Dicembre 2020 - 11:41)

    Mi è appena successo purtroppo. Mi da fastidio l’indifferanza di AMAZON che se ne lava le mani dicendo che io ho fatto un acquisto al di fuori di quelli elencati da loro.
    Tutto vero, e quindi mi accredito il 50% della colpa ma la responsabilità di avere dei delinquenti sul loro marketplace è loro non del consumatore. Andro aventi con tutte le denunce del caso per provare la corresponsabilità. Se inviti una persona a casa tua e questi da fuoco alla casa la colpa è tua al 50% che lo hai fatto entrare e sua per l’altro 50%. Facile rimandare i “truffati” ad un trafiletto di policy.

    buon giornata

      Nicola

      (26 Dicembre 2020 - 16:20)

      Mi spiace per questa brutta disavventura.
      Purtroppo Amazon in questo non ha colpa, data l’estensione degli attacchi che sta subendo sa decine di account fasulli mescolati ad account legittimi.
      Il loro vero problema è che non sono abbastanza veloci nel chiudere quelli truffaldini, ma teniamo presente che hanno centinaia di migliaia di venditori da tutto il mondo sul loro marketplace ed è difficile controllarli minuziosamente uno per uno.
      Noi possiamo fare la nostra parte rifiutando qualsiasi pagamento fuori dalla piattaforma ufficiale Amazon, così i truffatori non avranno modo di truffare nessuno.

        Stefano

        (26 Dicembre 2020 - 21:23)

        Buonasera.
        Io non pagherei mai al di fuori di Amazon… quindi non sono stato truffato, ma penso che Amazon potrebbe fare qualcosa di più per evitare che queste offerte esistano.
        Ogni giorno, praticamente tutti i giorni, da almeno DUE ANNI (e forse molti di più), sono in vendita più o meno gli stessi 60.000 ariticoli da differenti venditori a cui sono state rubate le credenziali.
        In pratica Amazon dopo circa una settimana (e migliaia di segnalazioni) chiude un accoun, ma in quel momento ce n’era già un altro che offriva gli stessi articoli.

        Cosa potrebbe fare Amazon?

        secondo me, molto di più di quello che ha fatto finora… ed in modo molto semplice.
        – potrebbe fare come me, che monitoro giornalmente in una lista alcuni di quegli articoli e mi accorgo subito del nuovo venditore
        – potrebbe verificare l’anomalo incremento dei prodotti posti in vendita da un negozio (magari da 100 a 60.000)
        – potrebbe fare controlli automatici sulle parole nella descrizione del negozio “prima di ordinare”, “@” che denota un indirizzo email, “whatsapp”, che sono usate praticamente da tutti i venditori truffa
        – potrebbe verificare tutti quelli che cambiano il numero di telefono e verificare se nei giorni successivi mettono in vendita alcuni dei 60.000 prodotti.
        – usare altri metodi che sicuramente i tecnici di Amazon potrebbero escogitare

        io ho elencato solo procedure che un progammatore dilettante potrebbe fare in pochi minuti.

        in un video molto interessante un venditore italiano a cui avevano rubato le credenziali ha detto che in una settimana hanno registrato (pagati tramite amazone e quindi rimborsati) 5.000 oggetti per un totale di 1.800.000 euro.
        Quindi 5.000 acquirenti che si sono trovati l’ordine cancellato e la delusione di non poter ricevere l’oggetto al prezzo sperato.

        I penso che potrebbero fare qualcosa di più, per risolvere questo problema.

        Tiziana

        (23 Gennaio 2021 - 13:50)

        A me è successo qualche tempo ho cominciato a ricevere ringraziamenti sulla mail da parte di amazon di recensioni su prodotti mai comprati né recensiti , poi ho chiamato Amazon ed hanno smesso …Poi dall’inizio di quest’anno ogni hanno provato ripetutamente ad effettuare una transazione sulla carta …per fortuna sempre negata per mancanza di soldi … ( ho bloccato la carta )ed oggi ho ricevuto un messaggio scritto malissimo dove dice che sono arrivata 3 con un prodotto acquistato e mi indirizza ad aprire un link che io non aprirò ovviamente !
        Insomma come mi devo proteggere?

          Nicola

          (23 Gennaio 2021 - 21:14)

          Ciao, ti consiglio di sentire direttamente Amazon perchè significa che il tuo account potrebbe essere nelle mani di qualcuno. Purtroppo non posso aiutardi direttamente perchè rischierei di darti informazioni errate (e soprattutto mai fidarsi di uno sconosciuto su internet, me compreso 😉)

    Anna

    (26 Dicembre 2020 - 15:32)

    Mi è stata recapitata una richiesta di sollecito cartacea per il pagamento di un articolo Amazon. Non mi sembra coerente con la politica di Amazon che prevede se non erro il pagamento tramite carta di credito. A suo dire dovrei effettuare il pagamento tramite bonifico bancario specificando il n. 29587621806227 come riferimento. Potrei avere conferma sulla veridicità di tale comunicazione? Distinti saluti

      Nicola

      (26 Dicembre 2020 - 16:14)

      Ciao Anna, è sicuramente una truffa. Non pagare mai via bonifico nè con altri metodi fuori dalla piattaforma Amazon.

      Alessandro

      (26 Dicembre 2020 - 18:45)

      Ho acquistato un notebook su piattaforma marketplace con pagamento sul portale amazon e pagamento tramite loro e non con nessuna email esterna spero mi seguono in caso di guasto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *