Giradischi All-in-one: Vinili, CD, Musicassette, Bluetooth, MP3 – DigitNow! M503 – Recensione

Giradischi All-in-one

8.5

DigitNow! M503

8.5/10
Tempo di lettura 6 minuti

Oggi voglio parlarvi di un giradischi all-in-one compatto che permette di riprodurre la maggior parte dei supporti audio oggi in commercio: il DigitNow! M503

Descrizione

Il dispositivo è veramente compatto e quindi non ha bisogno di grandi spazi dove posizionarlo. Per una questione mia di spazio, ma anche di gusto personale, l’ho posizionato sopra il pianoforte verticale. Lo spazio è giusto e fa anche la sua bella figura.


L’M503 è ben fatto, abbastanza solido e ben rifinito. Certo non aspettatevi rifiniture di alto livello, ma sono proporzionali al suo costo. L’uso è tutto sommato intuitivo, nel caso di dubbi il manuale è essenziale, ma efficace. La traduzione in qualche parte pecca, ma nulla di trascendentale.

Funzionamento

Veniamo al funzionamento. Collegata la presa di corrente, premendo la manopola del volume l’M503 si accende. Con il tasto MODE si possono selezionare le varie funzioni.

  • Radio AM/FM: l’antenna è il classico cavetto collegato alla parte posteriore. Si possono scorrere le varie stazioni attraverso la manopola TUNING, inoltre è possibile memorizzare fino a 20 stazioni radio. Col telecomando si possono scorrere le varie stazioni memorizzate, ma non si può scegliere la frequenza (come invece col TUNING).
  • USB e SD card: le commento insieme poiché funzionano allo stesso modo; una volta selezionate attraverso il solito pulsante MODE si possono riprodurre i brani usando i classici pulsanti Play, Stop, Pausa, Next, Prev, ecc. Col pulsante Folder+ si possono scorrere le varie cartelle di pagina in pagina. USB ed SD comunque sono funzionali, ma migliorabili. Ad esempio non si riesce a visualizzare il nome dei file memorizzati all’interno della chiavetta (siano essi cartelle o MP3 o Wav) e quindi è complicato trovare subito il brano che si vuol riprodurre. In teoria si dovrebbe avere una stampa con i numeri relativi ai file. Un po’ macchinoso.
  • CD: semplice ed efficace, con il pulsante di apertura del piattino si apre e chiude lo stesso, potendo inserire e disinserire il CD. I pulsanti di riproduzione sono gli stessi della modalità USB. Comodo.
  • Bluetooth: il dispositivo viene identificato come M503, lo si accoppia e si procede alla riproduzione dei brani. Semplice ed intuitivo.
  • Musicassette: il lettore musicassette è posizionato sul lato destro dell’M503, la cassetta va inserita leggermente inclinata, la riproduzione è automatica e non si può fermare. Il pulsante di espulsione della cassetta serve anche come pulsante per mandare avanti rapidamente il nastro. Basta premerlo, si bloccherà a metà della sua escursione ed il nastro andrà avanti. Il contrario non è possibile, ma per riavvolgere la cassetta basterà estrarle, inserirla al contrario e premere il pulsante di “avanti rapido”. Il lettore di musicassette è veramente essenziale, ma funzionale.
  • Aux: il “lettore” più semplice, praticamente basta collegare con un cavo mini jack 3.5 (ve n’è uno già fornito in dotazione) e l’M503 diventa una “cassa” di riproduzione. Con la manopola del volume, come per qualsiasi delle varie funzioni, si può regolare il volume di riproduzione.
  • Giradischi per vinili: ho lasciato per ultimo il lettore più bello che ci sia perché è a mio avviso la chicca di questo apparecchio. Permette la riproduzione di 33-45-78 giri (selezionabile da un cursore vicino al braccetto) per i 45 giri, se necessario, vi è l’adattatore per il foro di centraggio. Il braccetto è bloccato da un perno tipo a baionetta, forse un po’ delicato, e si solleva e abbassa attraverso un’apposita levetta, posta sempre lateralmente al braccetto. Vi è infine un pulsante ON/OFF che permette di scegliere se attivare la rotazione del piatto una volta sollevato il braccetto dal supporto o meno. Lo spostamento laterale del braccetto va fatto a mano, non è automatico come su alcuni dispositivi professionali, ma va bene così (sempre rapportato al costo dell’apparecchio). La puntina è protetta con un cappuccio, amovibile, di plastica. La riproduzione è piacevolissima, la qualità di riproduzione molto buona. Date le dimensioni contenute dello M503, i vinili più grandi come i 33 e 78 giri sono di dimensioni “giuste” per il piatto e sporgono, al di fuori della struttura dell’apparecchio, su 3 lati. Il consiglio quindi è di fare attenzione a non colpire queste aree esposte dei vinili. La riproduzione funziona anche a coperchio abbassato, infatti ha delle fessure proprio in corrispondenza delle zone di sporgenza dei 33 e 78 giri.

Registrazione su SD Card e USB

Ultima considerazione, in molte delle modalità di riproduzione è possibile registrare, su USB o SD card, quello che si sta riproducendo (CD, Musicassetta, Vinile, Radio, ecc.) e la cosa è decisamente comoda se si vuol salvaguardare qualche pezzo da collezione, mi riferisco in particolare ai vinili, potendolo ascoltare poi registrato.

Contenuto della confezione

L’M503 arriva in un imballo minimo, ma solido. Un cartone di buon spessore lo racchiude poi fra due paracolpi di polietilene espanso che lo lasciano “sospeso” all’interno del cartone. Questo permette di evitare anche i colpi accidentali da sopra e da sotto il cartone. Una busta di plastica trasparente serve per preservarlo dai graffi. Le parti mobili (cavi e braccetto per i vinili) sono assicurate con le classiche fascettine di plastica. All’interno del cartone vi è una busta contenente il manuale multilingue, il telecomando (dotato di batteria), un cavo mini jack 3.5 e una piccola brochure, purtroppo solo in inglese, che illustra come manutenere la parte giradischi (pulizia, cambio cinghia). Purtroppo non ho scorto nulla su come eventualmente cambiare la testina di lettura dei vinili.

Conclusioni

Ad un prezzo più che giusto, un apparecchio ben fatto e che permette la riproduzione di una moltitudine di formati e supporti audio, una buona qualità audio, nonostante le casse non siano enormi. È intuitivo, ma il manuale eventualmente da là giusta mano. Dà la possibilità di registrare su USB o SD card nel mentre si riproduce altro e questo lo trovo utile.

Le eventuali migliorie potrebbero essere sui pulsanti di selezione, non sempre mi hanno dato una sensazione di grande solidità, ma soprattutto la possibilità di poter collegare un impianto esterno. Questo è possibile farlo con l’uscita per le cuffie, ma non è sicuramente il massimo. Sarebbe anche comodo avere contezza di come sostituire la puntina di riproduzione dei vinili.
Avrei apprezzato anche la possibilità di poter regolare l’altezza di almeno 2 piedini di appoggio su 4.

Nicola Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *