Videoproiettori economici cinesi – Come funzionano? La mia opinione

Tempo di lettura 7 minuti

Questo è un articolo che avrei voluto scrivere da tanto tempo ma che per vari motivi ho sempre rimandato. Signori, oggi vi parlo di videoproiettori!

Sono nipote e omonimo di un fotografo che ha iniziato questo percorso il 10 Giugno 1940, proprio il giorno in cui l’Italia dichiarava guerra a Francia e Gran Bretagna.

Nel suo studio fotografico ci ho passato gli anni della mia adolescenza, fra macchine fotografiche, obiettivi, videocamere, pellicole, videocassette e vecchi videoproiettori da 8mm, di cui conservo ancora qualche vecchio nastro.

Capirete che per me questo tema ha una valenza più affettiva che tecnica.

Videoproiettori analogici

In passato i videoproiettori analogici sfruttavano la pellicola, sulla quale erano impressi i fotogrammi.

Credits pxhere.com

I videoproiettori analogici sono sopravvissuti ben oltre l’anno 2000, principalmente nei cinema – ho lavorato anche in un cinema per qualche tempo… – e fra gli appassionati, grazie alla migliore resa della pellicola rispetto alle soluzioni digitali.

I videoproiettori analogici avevano ed hanno un difetto però: sono pesanti ed ingombranti a causa del motore e dei vari meccanismi necessari a far girare la pellicola. E supportano solo pellicole di quello specifico formato, rendendoli incompatibili con altri formati.

In un mondo che va alla velocità della luce, il posto di questi videoproiettori è chiaramente nel cuore degli appassionati.

Videoproiettori digitali

Con l’avvento dell’informatica e della miniaturizzazione degli schermi, si è reso sempre più necessario proiettare presentazioni, video, contenuti informativi e – perchè no – interi film in home theatre.

Ecco che quindi hanno negli anni preso piede i videoproiettori digitali grazie all’avvento della tecnologia DLP (Digital Light Processing). Dapprima molto costosi – potevano raggiungere cifre di svariate migliaia di dollari – con l’introduzione della tecnologia LCD il loro prezzo è man mano diminuito fino a rendere questi prodotti alla portata di chiunque.

Ed ecco che nel tempo il mercato è stato invaso da decine di modelli di videoproiettori economici cinesi. La domanda è “funzionano bene?”. Ecco la mia opinione!

Videoproiettori economici cinesi – Test e opinioni

Ho acquistato su Amazon un videoproiettore economico, il QKK V08, che alla modica cifra di 60 € offre prestazioni ottime sulla carta. Vediamo insieme come sono andati i test.

Qualità video

Cominciamo col dire che si tratta di un proiettore Full HD 1080p. L’ho collegato all’uscita del mio PC portatile provando a proiettare un film, un programma TV ed una presentazione Powerpoint, seguiti da un video MP4 direttamente da una micro SD Card.

Il film – proiettato a 65 pollici – era godibile, con immagini molto luminose ma con un leggero backligh bleeding che possiamo notare sulle due bande scure orizzontali (qui in foto messo più in evidenza dallo scatto effettuato).

Con il programma TV, così come con le slide Powerpoint si è comportato molto bene e tutto sommato era difficile notare le differenze con un televisore casalingo.

Nella foto successiva ho colto al meglio il backligh bleeding di cui parlavo poco fa, effettuando uno scatto che esalta il problema. Nella realtà non è così fastidioso come in questa foto sovraesposta.

Qualità audio

La qualità audio è buona per un dispositivo così compatto, con un volume del suono che può essere udito in una stanza di dimensioni medio-grandi senza andare in distorsione. Chiaramente è bene sottolineare che parliamo di audio integrato che mai potrà avere la pretesa di essere in alta qualità.

Menu e funzionalità

Molto ricche le funzionalità alle quale possiamo accedere dai menu del videoproiettore: dall’ascolto della musica, alla proiezione di foto e video in vari formati (MP4, MKV, ecc.).

Le impostazioni nei menu sono abbastanza standard per questo genere di dispositivi, la traduzione è in alcuni punti imprecisa (va decisamente meglio in inglese) ma comunque ben comprensibile.

Ricca la dotazione di porte e connettori, fra i quali segnalo la presenza di ingressi VGA, HDMI, USB, micro SD/TF, jack cuffie e porta AV composita (cavo incluso nella confezione).

Guardando la parte superiore abbiamo i controlli alternativi al telecomando (anch’esso incluso nella confezione) e quelli di messa a fuoco e di correzione del trapezio/keystone.

Completa il tutto la presenza di un telecomando i cui pulsanti sono ben organizzati e dal click preciso, un cavo HDMI ed un adattatore per sorgenti video AV/Composito inclusi nella confezione.

Conclusioni

Mi aspettavo un giocattolo ed invece sono rimasto decisamente sorpreso dalla qualità di un prodotto che ha dimostrato di essere molto valido per costare così poco. Ricordiamo infatti che l’ho pagato solo 60 €!

Le dimensioni piccole ed il peso di 1.5 kg lo rendono facilmente trasportabile per riunioni di lavoro o magari per proiettare foto e video ad una festa.

Sicuramente non è indicato per chi cerca un home theatre ma va benissimo per proiettare presentazioni di lavoro e video, magari collegandoci un Chromecast, un Android TV Box o un Fire Stick TV per guardare Netflix, Prime Video, Youtube o delle partite con gli amici.

Nicola Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *