Penna stilografica Noodler’s Nib Creaper – Recensione

Penna stilografica Noodler's Nib Creaper

7

Noodler's Nib Creaper

7.0/10

Nuova penna stilografica nella mia collezione, oggi vi presento la penna Noodler’s Nib Creaper “Cardinal Darkness, una penna con pennino flex adatta per chi voglia addentrarsi nella scrittura calligrafica.

La penna

La Noodler’s è un’azienda USA già rinomata per la varietà dei suoi inchiostri. Da qualche anno ha messo in commercio anche delle penne che hanno incontrato il favore degli appassionati, grazie anche ai pennini flex con i quali sono equipaggiate. La Noodler’s Nib Creaper è una penna in resina organica, esteticamente apprezzabile nel colore “Cardinal Darkness” che le rende giustizia.

Sorella minore della Noodler’s Ahab, la qualità costruttiva è molto “cheap“: penna leggera e una sensazione di materiali economici. L’assemblaggio non è granché, così come le rifiniture. Decisamente da migliorare su questo frangente.

Il pennino flex è sì flessibile, ma comunque abbastanza duro. Bisogna applicare una certa pressione per farlo aprire. Ho provato anche a smontarlo, facendolo fuoriuscire un po’ di più: la sensazione migliora ma non fa miracoli. Sicuramente non possiamo paragonarlo ai pennini flessibili calligrafici.

Con alcuni inchiostri come il KWZ Sheen Machine soffre un po’ di false partenze, mentre con altri come il Pelikan 4001 non ha alcun problema.

Molti lamentano il cattivo odore delle penne Noodler’s; fatemi dire che sì, c’è un cattivo odore che sembra formaggio stagionato un po’ andato a male. Sarà dovuto alla plastica organica di cui sono fatte queste penne, ma effettivamente non è piacevole. Decisamente da tenere lontana dalle altre penne finchè l’odore non è andato via (ci mette un paio di settimane se la lasciamo arieggiare).

La penna è prodotta in una vasta scelta di colori, le finiture così come la clip sono in rodio (le finiture lasciano a desiderare, come dicevo in precedenza).

La lunghezza è di 12 cm per un peso piuma di 11 g. Una penna molto leggera e che non disturba in un taschino o in borsa.

Essendo una penna con caricamento a stantuffo, non c’è bisogno di cartucce o converter.

Qui sotto la prova di scrittura con inchiostri Pelikan 4001 nero e KWZ Sheen Machine, dall’effetto “sheen” o “brillante“.

Prove di scrittura con Pelikan 4001 nero
Prove di scrittura con KWZ Sheen Machine

La punta fine scorre abbastanza bene, non si impunta ma gratta leggermente il foglio come tutte le punte fini

Il prezzo di questa versione è di circa 22 €, mentre abbiamo modelli più economici che partono da 19 €.

In definitiva, una penna semplice e leggerissima ad un prezzo estremamente accessibile per avvicinarsi al mondo della scrittura calligrafica.

Nicola Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.